www.laquercia-b-b.it

Dintorni ed eventi per il turista

Accoglienza familiare, discrezione e disponibilità sono le qualità che ci contraddistinguono. Il nostro cliente abituale è spesso in viaggio attraversa l’Italia e trova ad Orte il punto ideale per una piacevole e rilassante sosta.

A pochi km dall’uscita del casello autostradale A1 il nostro B&B è un piccolo paradiso per il relax, una sosta rigeneratrice o una base di partenza per visitare le bellezze naturali, storiche, architettoniche che il territorio offre.

Disponiamo di camere dotate di tutti i confort, con bagno interno, aria condizionata, frigobar, TV LCD, ampia e confortevole sala comune per il breakfast. Offriamo spazi verdi e tranquilli ed un giardino affacciato sulla stupenda della valle del Tevere.

Orte Sotteranea

Orte è un abitato che vanta una continuità di vita dalla fine dell’età del Bronzo (XII sec. a.C.) ai tempi odierni. All’interno della rupe che lo accoglie, nel corso di quasi 2500 anni di vita ininterrotta, sono state ricavate la rete di rifornimento idrico (cunicoli, cisterne, pozzi) e di evacuazione delle acque reflue, i magazzini, i depositi, le cantine, le stalle, le colombaie, alcuni vani di abitazione, i laboratori artigianali (per la lavorazione di lana e canapa), i lavatoi, le fontane, i triclini estivi, i vivai e i luoghi di delizie di giardini privati. In un unico itinerario sono riuniti i luoghi di maggior richiamo turistico ed un servizio guide può condurre il visitatore alla scoperta di questi monumenti del sottosuolo urbano.
Orte Sotterranea è gemellata con il Comune di Orvieto per la promozione reciproca dei percorsi sotterranei delle due città. Si tratta di uno scambio di visibilità reciproco con un piccolo benefit aggiuntivo per il turista, la possibilità, la possibilità cioè di visitare la seconda città sotterranea con un 10% di sconto sul biglietto.

Vai al sito dell'iniziativa

Viterbo

Viterbo è una città di antica origine e di grandi tradizioni storiche, fu anche sede papale, conserva monumenti ed opere d’arte di grande interesse e conserva, nel centro storico (quartiere San Pellegrino, l’originale aspetto medievale.
Della prima metà del XIII secolo è il Palazzo degli Alessandri, con caratteri architettonici di stile gotico. Il monumento da non perdere a Viterbo è il Palazzo Papale, ricco di tesori artistici e testimone di ben cinque conclavi per l’elezioni di nuovi pontefici.
Altre glorie di Viterbo da visitare sono la Rocca Albornoz, attuale sede del Museo nazionale, la chiesa di S. Maria della Verità con l’adiacente Museo Civico, la Chiesa di S. Andrea, il complesso di S. Maria in Gradi e le numerose fontane, tra cui spicca la Fontana Grande sita nell’omonima piazza. Molto suggestivi nei primi giorni di settembre, sono i festeggiamenti di Santa Rosa, patrona di Viterbo, con corteo storico con costumi di varie epoche, con il trasporto della Macchina di S.Rosa, torre luminosa alta 30 metri e del peso di 5 tonnellate, che è trasportata a spalle lungo le vie cittadine da un centinaio di ” Facchini “.

Wikipedia © - Macchina di Santa Rosa